BLOG casalingo -non commerciale- di LAVORI MANUALI

Per avere uno spazio dove condividere immagini e discorsi di lana, cotone, colori e quant'altro capiti a portata di mano per creare oggetti unici, speciali e irripetibili come lo siamo ciascuno di noi. Spero che scorrendo i post Si /Ti diverta e Le/Ti venga voglia di fare con le Sue/Tue mani... qualcosa di bello per un domani, perché no? aprire un blog tutto Suo/ Tuo... mi raccomando vorrei saperlo per visitarlo non appena possibile... per questo e per qualsiasi altra questione, domanda o inquietudine mio recapito è edicola.vezzosi@gmail.com Buona navigazione e Buon Divertimento ! ! !

BLOG casalingo -non commerciale- di LAVORI MANUALI


mercoledì 28 giugno 2017

CUCITO Semplice

Voilà eccoci qua trovati per un altro piccolo, modesto, singolare e allegro post.

Oggi parliamo di cucito.

Questa volta la tecnica è elementare e portata avanti con la mia fidata macchina da cucire...

...è notizia di nemmeno 24 ore fa che ho finito il cuscino degli Orsi...  e per questo mi sono messa mani all'opera.

Ho tirato fuori dal mio baule lo scampolo  e l'anima comprati da Scampoli e Dintorni di Via Bainsizza a Varese ... mi ha dato tanta fiducia e sicurezza leggere l'etichettina che dice "Fatto in Italia"...




ho tagliato una striscia per l'altezza del cuscino moltiplicata per 2 più 10 cm. di sovrapposizione per la chiusura più 3 cm. per i risvolti dei lati corti.

Ho cucito dove dovevo cucire

...




e questo è il risultato finale...

Non ho parole per esprimere l'emozione... tanto che il ricamo a punto croce l'avevo iniziato nel 2007 e mentre finivo le ultime 100 crocettine... (ogni quadratino che vedete dello sfondo a schacchi è fatto di 100 p croce) ... mentre le ricamavo mi è venuta in mente l'idea che sebbene siano tante le crocette di questo panello... ciascuna di esse potevano paragonarsi ai Gloria che sento in cuore di dover pregare per ringraziare del dono IMMENSO che è stato mio marito come uomo e come padre... e più ricamavo e più mi rendevo conto che potevo paragonarli ai Gloria che riesco e riuscirò a recitare mentre sono in vita ma che non bastando a esprimere il concetto... tutta l'Eternità per dargli gloria non mi risulterà troppa...

va beh... torniamo coi piedi per terra...

Qua nella foto sottostante un particolare del risvolto che ho chiuso con qualche metro di nastro sbieco e l'ho abbellito con un ricamo semplice dai programmi automatici della mia macchina da cucire... (quanti ricordi e quanti sentimenti si affacciano al mio cuore pensando alla mia prima macchina per cucire, questa che ho ora in casa è la seconda, quella europea per intenderci, la prima era stata acquistata in Argentina, prodotta in Brasile)



...

poi mi è capitato qualcosa di strano ... mentre tagliavo e ritagliavo... mi son trovata a recuperare dai ritagli un rettangolino per fare una borsetta tipo busta... ho tagliato a occhio pure due strisce per i manici e mi sono messa a ricamare una di queste con un punto a spighe che ho trovato in un libro nella ns. biblioteca...  il tutto istintivamente...

qua sotto il particolare del primo manico già ricamato e puntato con gli spilli prima di essere imbastito per la chiusura finale


Questo è tutto per oggi.... posso solo salutarVi con un pensiero.... cioé che passano i giorni e le settimane e mi vengono in mente tante cose che vorrei dirVi...  attendo con pazienza che arrivi il momento del dialogo...

Buona continuazione ! ! ! 




sabato 17 giugno 2017

ORGANIZZAZIONE Matassa di cotone ingarbugliata e ribobinata

iFeliz Domingo 18 de junio de 2017!

Oggi Vi propongo un post semplice... semplice, di quelli che trattano gesti dati per scontati ma che oggi giorno non siamo più abituati a compiere per fretta o noncuranza.

Alzi la mano chi non ricorda una mamma, una zia, una sorella maggiore, una nonna fare quanto vedrete in seguito.


Il fatto: ho eseguito un piccolo ricamo per una mia amica e sfilando la gugliata mi è capitato di trovarmi la matassa al inizio di un disastro come vedete nella foto sottostante:

:::


al che mi sono fermata e ho detto "Alt!"  se non smetto di fare le mie cose quotidiane e non dedico del tempo a sistemare l'ingarbugliamento prima che sia troppo tardi poi rischio di dover buttar via la mia pregiata matassa.

Quindi ho raccolto dei cartoncini e li ho ritagliato a forma concava / convessa e li ho incollato per renderli più robusti

Poi ho affrancato il capo libero con un pezzettino di scotch di quello più bello che avevo, quello per scriverci sopra, e in seguito, con l'aiuto di due sedie in cucina, ho iniziato ad avvolgere/ribobinare il cotone intorno ai  cartoncini 

come vedete qua::::::



infine quando ho finito  di avvolgere tutta la matassa pazientemente, ho fatto un tagliettino su un bordo per fissare l'altro capo e affrancarlo in modo che il mio lavoro non andasse disfatto con i movimenti dello spostamento / trasporto del mio amato cotone da ricamo, per ultimo, ho incollato l'etichettina originale sul cartoncino e ho scritto con le mie parole il numero del colore, così:



Non vedo l'ora di mettermi a ricamare ! ! ! 

(Notizia:  Ieri, dopo questi gesti, ho portato avanti il ricamo degli Orsi... veramente mi manca poco ! Che felicità! )

e questo è tutto...  con semplicità e allegria Vi saluto fino al prossimo post... fino alla prossima volta che ci vedremo nel mondo reale...

mercoledì 31 maggio 2017

AVVISI Eventi Giornata Mondiale del Lavoro a Maglia in Pubblico (WWKIPD)

Eccoci qua!

Oggi ci troviamo con tanta gioia in cuore perché si avvicina la Giornata Mondiale del Lavoro a Maglia in Pubblico e anche Varese e la sua Provincia sono gremite di iniziative.

Come al solito, posso solo segnalarVi gli eventi di cui son venuta a conoscenza:

Per i prossimi sabato 10 e domenica 11 giugno tenete pronti filati, ferri e uncinetti, perché sebbene si chiama "Giornata Mondiale Del Lavoro a MAGLIA..." avendo già partecipato a due edizioni organizzate dall'Associazione Varese In posso testimoniare che le appassionate di crochet o uncinetto che dir si voglia sono le benvenute e i benvenuti... sì... sì...  restate pure perplessi e sorpresi...  ci sono degli uomini che lavorano a maglia e a uncinetto..

veniamo al dunque:

SABATO 10 GIUGNO
A Oggiona con Santo Stefano  Corso di Maglia organizzato da EMMA FASSIO

dalle ore 10:00 alle ore 17:00

Chi volesse partecipare trova tutti gli estremi nel "Evento Facebook"  (qua sotto ho fatto copia incolla)

GIU10

Corso di Maglia di Emma Fassio a Oggiona con S. Stefano (Varese)

Pubblico
 · Organizzato da Emma Fassio

Una giornata di maglia dedicata alla realizzazione di uno scialle particolare ed estivo, con l'inseriemento di ferri accorciati e traforati per creare movimenti eleganti ed estivi. 
Con un punto di vista nuovo ed elegante, partiremo da un lato verso l'opposto per creare uno scialle stondato perfetto per le fresche sere estive. 

Luogo: Sala Ghiringhelli a Oggiona con S. Stefano
ex-cascine di Villa Colombo 
Via S.G. Bosco 3
in provincia di Varese 

Costo del corso: 40€
Materiali: esclusi da portare, il filato indicato o uno simile. 

(...)

il link è

https://www.facebook.com/events/1395349997197991/?acontext=%7B%22ref%22%3A%223%22%2C%22ref_newsfeed_story_type%22%3A%22regular%22%2C%22action_history%22%3A%22null%22%7D

 (spero di aver inserito correttamente il link)




DOMENICA 11 GIUGNO

Varese città capoluogo presso Tennis Bar di Villa Toeplitz

dalle ore 10.00 alle ore 21:00

Chi volesse partecipare può contattare l'Associazione Varese In trovando tanti particolare nella pagina

https://www.facebook.com/vareseinmaglia/

link: https://www.facebook.com/events/824740921011105/

GIU11

Giornata Mondiale Lavoro a Maglia in Pubblico a Varese -

Pubblico
 · Organizzato da Varese in..maglia








 per il momento questo è tutto.... non vedo l'ora che arrivi il fine settimana speciale ! ! ! 

§ § § § § § §

21 giugno 2017:

Le Giornate Mondiali sono state ME-RA-VI-GLIO-SE ! ! !  ora ho una pausa di 5 minuti per caricarVi le foto ... quando avrò portato a buon punto le traduzioni ritornerò a raccontarVi quanto è stato bello... quanto ne è valsa la pena...

Le prime tre foto sono di sabato 10 a Oggiona Santo Stefano (VA)





L'ultima foto è di domenica 11 a Villa Toeplitz (Varese)



iHasta la vista!



sabato 6 maggio 2017

NORMALITA' cucina leggera biete

Ecco delle foto che ho scattato pensando a Voi...

E' un periodo che sto mangiando tanto e il fantasma del sovrappeso incombe...  allora ho preso delle biete erbette e le ho fatto al vapore..

Le meravigliose bietoline mi hanno fatto un effetto benefico sia alla digestione che al buon umore... perché scoprire che riuscivo a fare la virtuosa mi ha tirato su...

nella prima foto le biete in pentola (anche se non si vede sono posate sul cestellino per il vapore) con 750 ml di acqua prima di accendere il fuoco



nella seconda foto le biete dopo la cottura (10 minuti da quando ha iniziato a uscire il vapore)


e infine un link a un sito che mi è sembrato interessante e lo salvo qua per guardarlo più tardi:

http://blog.giallozafferano.it/cinquequartidarancia/bietole/


UNCINETTO Cardigan Quattro

Buona domenica amiche e amici del blog ! ! ! 

E' arrivata la primavera, con giornate instabili nel mio piccolo paesino del nord Italia...

E' arrivato il momento di divertirsi con il cotone.

Ecco qua cosa sto lavorando a uncinetto.  Sono molto contenta...

nella prima foto il campione, nella seconda l'avanzamento al primo giro




mercoledì 26 aprile 2017

ARCHITETTURA - Chi è stato?

Voilà che mi è sorto in cuore un altro filone d'indagine..

Oggi andiamo a caccia di bellezza.

"Chi è stato?" la domanda che mi sono posta riguarda la curiosità di sapere qual'è stata la persona, quali sono state le persone che passando attraverso le strade in cui camminiamo anche noi hanno lasciato un segno meritevole di menzione.

Chi ha costruito, abbellito, ammodernato ?   Chi ha faticato, sudato, usato le mani con maestria e disinvoltura per lasciarci questi edifici così belli e puliti?

Lo scopo di questo post è aiutarci a darci una mossa e non rimanere a guardare una pagina in più tra le migliaia di milioni di pagine web a nostra disposizione.  Lo scopo è muoversi.

Il risultato è trovare il nome di uno ( o di più) tra questi protagonisti:  
- L'Architetto;
- el Maestro Mayor de Obras;
- l'artigiano (operaio qualificato) che ha eseguito i disegni / i lavori.

Il premio/ i premi  che si ottiene/ ottengono è uno a scelta tra:

* una lezione di lingue straniere a qualsiasi livello (grammatica Spagnolo, Inglese o Italiano)
* una lezione di lingue straniere a qualsiasi livello (giuridico o commerciale ESP, ENG o ITA)
* una lezione di maglia competenze basiche
* una lezione di maglia competenze intermedie (trecce, jacquard, top down, ecc.)
* una lezione di uncinetto competenze basiche

La certificazione della qualità delle risposte (vale solo il dato vero/ originale) cioè come si dimostra che si è giunti al dato utile viene attraverso la pubblicazione qua sotto, sotto forma di commento del nome del lavoratore aggiungendo la fonte tracciabile dove si può verificare la corrispondenza tra il dato dato e la sua veridicità;

Il giudizio insindacabile lo formiamo insieme nel senso che si può contestare un dato dato da altra amica o altro amico fornendo la correzione con correlata documentazione della nuova scoperta fatta.

Tra il momento della pubblicazione della risposta-candidata a premio e la riscossione del premio lasciamo (io direi) 90 giorni di tempo per eventuali rettifiche / contestazioni.  Fa testo l'orologino datario della piattaforma ospitante (www.blogger.com)

.... per ora non mi viene in mente nient'altro...

ecco le tracce con tanto di aiutino:


Foto 1:
 strada di Varese vicino a Piazza Montegrappa (sopra una famosa pasticceria)



Foto 2:

Campanile della Parrocchia di Santo Stefano in Saltrio (Provincia di Varese)




Foto 3:

Strada di Saltrio (Provincia di Varese)



Bonne chance!



lunedì 24 aprile 2017

MAGLIA Jacquard - Cappellini bambino e bambina

Felice prosecuzione del ponte del 25 Aprile,  Festa Nazionale che con tutta la drammaticità che richiama merita un post per conto suo.

Oggi partecipo a Voi la letizia che mi ha generato il lavoro a maglia di due cappellini per un fratellino e una sorellina.

Modelli Drops www.garnstudio.com

il modello del fratellino è tratto dal set Little Adventure Set; codice Drops Design me-025-bn
il modello della sorellina è tratto dal set Goofy Gavin; codice Drops Designa bm-004-bn

Per oggi è tutto...  non riesco al momento a caricare le foto...  prometto di recuperarle e gestirle al più presto possibile per la gioia di tanti..

Grazie per avermi tenuto compagnia anche questa volta!

* * * 

Mercoledì 26 aprile 2017, 10:30 am Ora Legale Europa Occidentale

Ho recuperato le foto...  soltanto che la mia memoria mi aveva fatto fare confusione... tutti e due i cappellini dei fratellini sono Goofy Gavin... il Little Adventure Set è altro cappello fatto per un bambino di 7 anni...  arriveranno, a Dio piacendo, anche quelle foto,  ecco quelle di questo post.




nella seconda foto un particolare della lavorazione Jacquard, dove si intravede la textura merino.  Filato "Drops Baby Merino" e un altro self striping nel cappellino bimba usato al posto del Nebbiolina di Mare nel cappello del fratello maggiore. 

Fedele alla ragionevolezza del mio posizionamento esistenziale per cui non c'è risposta più assurda di quella alla domanda che non c'è e anche per l'orientamento etico per cui non è normale che faccio pubblicità non essendo una professionista dei blog (*), i numeri dei colori e il marchio del filato italiano lo dirò solo a chi lo desidererà sapere.

Buona continuazione di primavera ! ! ! 

* * * 
(*) anche per rispetto con tanto di lode e onore verso tutti coloro che onesta e faticosamente lavorano sul web.



sabato 8 aprile 2017

MAGLIA Cappello fai da te

9 aprile 2017 - Domenica delle Palme

Negli ultimi tempi mi sono anche dedicata ai piccoli lavori, quelli facili che si finiscono in fretta...

Questo è un cappello per adulto.

Il modello l'ho inventato io.  Chi lo desidera lo può richiedere e poi mi organizzo a estrapolarlo dal quaderno degli appunti.

Oggi sono di poche parole...  vorrei entrare nello spirito del tempo speciale che sto vivendo...  ci tengo tanto...  oggi Domenica delle Palme...  si avvicinano giorni importanti...

Buona continuazione... poi, dopo Pasqua ci ritroviamo... così continuiamo a confrontarci su altre buone notizie... :)




mercoledì 5 aprile 2017

EVENTI Varese Design Week

Eccoci e ben trovati e ben trovate.....  amici e amiche del blog...

Oggi abbiamo un mini post dedicato a un evento che accadrà a Varese dal 7 al 13 del corrente mese di aprile 2017...

.... e Vi scrivo perché ho saputo che in questo contesto un'azienda tra le tantissime che danno vita all'eccellenza del Made in Italy  (Fatto in Italia) produrrà in esclusiva per la Varese Design Week una piramide le cui dimensioni sono circa 1/4 quelle della piramide del Louvre e ogni parete è formata  da 12 lastre di vetro trasparente temperato e stratificato di dimensioni fuori standard (circa 5 x 3 metri)

Sono curiosissima!!!

.... buona navigazione....  buona ricerca delle bello che abbonda tra di noi....  buona Varese Design Week...

* * * * * * 
9 aprile 2017 - Domenica delle Palme

ecco alcune foto che ho scattato nei giorni scorsi... le prime tre sono del venerdì 7 giorno di inizio della manifestazione, nell'ultima invece vediamo il meglio del settore all'opera con gli allestimenti il giorno prima (giovedì)....













venerdì 31 marzo 2017

PENSIERO i semafori

Ben trovato /ben trovata!  Spero che tutto vada bene..

E' un po' che non Vi racconto cosa capita con gli aghi e la lana / il cotone perché ho tanti lavori iniziati e sto facendo un lavoro di organizzazione mentale per dare la giusta precedenza ai relativi lavori in corso... spero presto di essere in grado di caricare foto... per la gioia di tutti...

Oggi però desidero raccontare qualcosa che comunque coinvolge le mie mani e le nostre mani... perché quando si guida si afferra il volante, si mettono le frecce, (si spera che le mani siano libere da telefoni, sigarette, gesti verso gli amici a 4 zampe o altro che possa compromettere la prontezza dei riflessi...  mai abbassare la guardia!) 

Come dirVi che ultimamente sto osservando quello che capita sulle strade e come ci comportiamo quando siamo in viaggio...

Il fatto che i semafori a volte ci indichino il verde e altre volte il rosso... con tutte le loro conseguenze mi fa riflettere... mi fanno riflettere tutte le altre macchine, le moto, le biciclette, i bus e i furgoni, i pedoni... penso e cerco di stare attenta e quando attraverso certe zone particolarmente pericolose nei percorsi che devo per forza seguire prego spesso per "arrivare sana e salva a destinazione"...

a volte il cielo è trasparente...


a volte piove e la visibilità è ridotta...


a volte splende il sole...


a forza di ragionare sul fatto di avere l'aiuto dei semafori mentre percorro lo spazio mi è venuto in mente che così come attraverso lo SPAZIO attraverso anche il TEMPO... 
....e le logiche conseguenti domande  sono state:

"Quali sono i semafori rossi e i semafori verdi nel mio viaggio attraverso il tempo?"   "Cosa può capitare a me o ad altri se li ignoro?"






sabato 11 marzo 2017

MAGLIA Scalda polsi e Muffole

Voilà ecco che troviamo un altro pretesto per passare un po' di tempo insieme...

Oggi Vi faccio vedere alcuni tra gli ultimi pensierini preparati negli ultimi mesi

Seguendo la scia della ragionevolezza per cui se non c'è domanda non c'è posto per risposta, tralasciamo la lana usata, (meravigliosi filati) per il momento... solo Vi segnalo i colori, che magari gli schermi cambiano....  tralasciamo anche altre notizie finché  non siano d'interesse manifesto.

Ovviamente chi riconoscesse  la lana o il modello propri o comunque noti è invitato / invitata a farsi sentire che con grande allegria ne parleremo...  (Oh che tristezza i monologhi!)  e questo mi farà tantissimo piacere   e sarò lieta di dare la mia testimonianza riguardo quanto è stato facile e divertente lavorare questi piccoli doni

il primo paio  è rosso scuro / bordeaux chiaro e il secondo è azzurro

Il colore del dono nell'ultima foto   è   petroleo








e sotto vediamo  uno tra i miei modelli preferiti di muffole,  in un momento della lavorazione quando il pollice non era ancora finito




ciao... ciao....  e con queste foto e queste poche righe diamo un calcio alla post verità... in un momento della nostra civiltà in cui tutti i nostri riferimenti si vorrebbe che fossero messi in dubbio, certamente chi si trova queste muffole o questi scalda polsi in un cassetto a casa propria non potrà dubitare della certezza della loro esistenza... e chi ne possiede altri diversi fatti da altre mani  oppure fatte dalle macchine potrà  ugualmente testimoniare che il tepore da essi donati  durante le tempeste invernali fisiche e morali di quest'era non è stato immaginario... teniamo di buon conto la nostra lana e i nostri filati...

alla prossima ! ! ! 


MAGLIA UNCINETTO prototipi

Eccoci qua... non potendo dimenticare il piacere di lavorare i filati... 

Vi faccio vedere una piastrellina fatta a uncinetto che mi è venuta in mente l'idea di trasformarla nel centro di una quadrato più grosso per fare forse un cuscino o una coperta o copertina, a seconda di dove mi giri l'ispirazione...

e' un prototipo perché non sono sicura della destinazione definitiva...

per continuare a maglia ho raccolto i punti con l'aiuto di un uncinetto e li ho montati sui Ferri a Doppia Punta, quelli usati per i guanti e per le chiusure dei cappelli...




ciao ciao...

NORMALITA' Vita in famiglia cioè come tagliare i crauti per fare contenti tutti

Bentrovati amici e bentrovate amiche...    

E' arritavo marzo...  si avvicina la primavera, è iniziata la Quaresima di questo 2017...

Sono passati diversi giorni da quando ci siamo sentiti e sentite per l'ultima volta... io periodicamente e pure ogni giorno penso e ripenso alle cose che ci diciamo... un po' qua virtualmente e un po' nel mondo reale...

Oggi, con la gioia in cuore perché mentre Vi scrivo c'è un pieno sole quasi primaverile che sveglia le prime primule nel prato che riesco a scorgere dalla mia postazione, prendiamo pretesto per salutarci a partire di una circostanza in famiglia.

In casa piace tanto una ricetta argentina, il "Chucrut germano"...così come i tedeschi immigrati nel sud del mondo l'hanno tramandata ai miei,  gira che rigira col passare degli anni europei l'abbiamo rivisitato in mille maniere pure con i dovuti adattamenti per via delle diverse specie di cavoli che troviamo in questi angoli prealpini...

E' capitato che un membro della famiglia chiedesse una versione della ricetta più leggera e digeribile... e un'altro membro della famiglia, per ragioni di dieta ha bisogno di piatti con verdure e ortaggi più croccanti.... quindi mi sono organizzata nel seguente modo:



Nella prima foto vediamo il crauto tagliato fine finissimo per ragioni di digeribilità... poi è stato cotto a fiamma bassa per più ore...  in primo piano vediamo le foglie come sono coriacee in particolare al centro dove passa la nervatura che tiene attaccata la foglia alla piantina e che mi era stato chiesto di togliere ed eliminare;

nella seconda foto invece il crauto tagliato normalmente per lasciarlo più croccante e con più fibre... per la dieta...  ho lasciato sia il tronchetto che le nervature centrali delle foglie...

Ho pensato che mi faceva piacere condividere con Voi la ricetta, poi facendo un giro veloce su internet ho visto che di ricette coi crauti ci sono decine di centinaia e sicuramente pure di più... non ha senso aggiungere altra e poi, come mi hanno spiegato gli amici italiani, meglio stare alla larga delle assurdità perché la risposta alla domanda che non c'è è assurda, quindi se qualcuno avesse già sperimentato le innumerevoli ricette disponibili nel web, nonché quelle tantissime disponibile in casa nelle riviste e libri di famiglia, su richiesta sarò felice di accontentare il palato curioso.

Poi, per lasciare spazio al pensierino ragionevole di questa volta Vi racconto cosa mi è capitato oggi: 

...reduce di molteplici batoste incassate dagli adulti, è accaduto che vedessi *****, un bambino di 2 anni e mezzo insieme ad alcuni membri della sua famiglia... c'è stato uno scambio di sguardi e parole e saluti tra di noi che mi hanno fatto capire che non posso assolutamente abbassare la guardia, anzi, più la strada si dimostra impervia e più devo recuperare forze per continuare la scalata al mio personale "Aconcagua" (*)...  e questo è stato possibile perché ***** insieme ai suoi mi hanno fatto capire che ci sono e sono qui per me, e non mi lasciano sola, io non posso tirarmi indietro... lo devo a *****, lo devo a me stessa.

§ § § 

(*)(("Aconcagua" che è la mia vita, infatti sono persuasa che ognuno di noi, in basa al continente in cui è nato o nata ha la personale cima più alta da raggiungere, chi il Monte Bianco, chi l'Everest, chi l'Aconcagua, chi il McKinley   (passi la deroga per gli statunitensi che non si riconoscono abbastanza americani)... tanto per fare gli esempi a mie conosciuti... insomma... ciascuno ha la propria individuale e spettacolare vetta da conquistarsi)) 

§ § §

Buon proseguimento di "navigazione"... nel virtuale e attraversando la realtà...

//////////////////////////////////////////////////////

ore 13:36 del sabato 11 marzo 2017

M'inginocchio, m'inginocchio, m'inginocchio dinanzi ai papà e alle mamme che dicono "sì" oppure "no"  alla scelta di un giocatolo da parte dei loro piccoli e le loro piccole....   e pure dinanzi agli zii e zie e nonni e nonne perché nessuna altro al loro posto può capire cosa può andare bene e cosa no  e gli indirizzi educativi delle famiglie non si discutono... mi commuovo vedendo come nei microscopici gesti li tirano grandi...

mercoledì 15 febbraio 2017

MICROPOST Micro post

Un saluto veloce veloce... e una foto, per pensare al inverno che piano piano procede e una volta passati i penultimi freddi lascerà il posto alla primavera... oggi è il 15 febbraio... siamo a più di metà del mese che precede la stagione del arrivo delle giornate tiepide e delle temperature più miti...

Buon proseguimento di navigazione...


sabato 28 gennaio 2017

MAGLIA - Jacquard / Fair Isle / Maglia a colori

Carissimi e carissime...   (anche se questo è un post dedicato a chi ama lavorare a maglia)
ho trovato questo video che è molto bello come mostra il lavoro con più colori...

http://www.katia.com/IT/aprende/?tipo=MEDIA-PUNTOS-BASICOS&tutorial=PUNTO_JACQUARD&lng=IT#PUNTOJACQUARD

spero riuscire a organizzarmi per poter caricare foto e lavori interessanti... per oggi ci salutiamo così...

a ritrovarci ! ! !

sabato 21 gennaio 2017

MAGLIA per le feste - Sciarpa Infinity di Maria Chiara

Carissimi amici e carissime amiche...

Eccoci qua, mentre che gennaio avanza e il freddo punge... anche se abbiamo qualche giornata di sole che piano piano scioglie la neve.... noi ci rivediamo per un post dedicato a una sciarpa che ho fatto l'anno scorso preparandola per avere qualcosa di nuovo e pregiato da indossare alla messa del Santo Natale.

Verso febbraio 2016 navigando su internet ho trovato questo sito che trovo fantastico:

 http://www.gomitolodilana.com/2012/03/sciarpa-mary-infinity-scarf-schema.html

e seguendo lo schema gratuito ho fatto questa bellissima sciarpa, non ho ancora foto del capo finito che ho indossato con estremo piacere per le festività da poco terminate... ma Vi assicuro che è una sciarpa che facendomi il giro intorno al collo e posati i due lati sul davanti mi ha tenuto al calduccio.



ho usato un capo di Lace Drops che ha conferito al lavoro un tocco di lusso con la seta Mulberry e un capo di Neveline Silke del quale mi è piaciuta la composizione il mohair ha reso la sciarpa leggera.   Ho trovato la Lace da Fiordilana e la Silke da Brumana via Mazzini Varese.

potete trovare più notizie sui filati nei siti dei produttori:

www.garnstudio.com (Drops)

http://www.silke.it/portfolio/neveline/   (Silke)



A risentirci ! ! ! 

- - - 

25.I.2017..... ecco altra foto:




domenica 15 gennaio 2017

DRAMMI - un giudizio per non lasciarci soli

Carissimi e carissime...

Oggi non abbiamo leggerezza... piuttosto abbiamo un grande dolore che per inciso non ha l'ultima parola sulle nostre storie perché oggi è Domenica, e ogni Domenica fa rima con la definitiva sconfitta del male.

Vi trasmetto quanto ricevuto dal mio amico Franco

segue copia - incolla

////////////////////////////////////////////////

MESSAGGIO A SEGUITO DEL DUPLICE OMICIDIO A PONTELANGORINO


12/01/2017

Carissimi figli e figlie della chiesa particolare di Ferrara-Comacchio,
mentre vi scrivo questo messaggio debbo confessarvi che, per la prima volta nella mia lunga vita, avverto un dolore e un disagio talmente profondi da farmi toccare con mano quanto solo la fede possa impedire la disperazione. Quello che è accaduto fra di noi, nello spazio della convivenza civile dei nostri paesi di provincia, è l’irruzione incredibile di una mentalità talmente diabolica da distrugge qualsiasi sentimento di umanità e di amore.
Ciò che è stato premeditato e perpetrato in maniera impietosa ci mette davanti un lembo innegabile di inferno, ovvero la perdita totale del senso della dignità umana e dei valori fondamentali su cui può essere costruita la vita personale e quindi la vita dell’intera società.
Ci si sente inermi e impotenti di fronte ad una così cruda realtà, all’irruzione così violenta del male che può ghermire le menti dei giovani e farli diventare assassini.
Lasciatemi dire anche, però, soprattutto ai genitori, quello che ho più di una volta ripetuto: non è più tempo per trascurare la nostra responsabilità educativa, non possiamo lasciare che i giovani crescano senza nessuna regola, senza nessun ideale, convivendo con i genitori esclusivamente sulla base di interessi e di problemi materiali.
La famiglia e la chiesa, così gravemente colpite da quello che è accaduto, devono riprendersi. Non posso negare infatti che questi ragazzi, poco o tanto, hanno frequentato le nostre attività parrocchiali e partecipato, almeno sporadicamente, a qualche momento formativo. Evidentemente dobbiamo fare tutti molto di più e molto meglio.
Non lasciamo da soli i giovani, perché possono diventare facile preda di una mentalità assolutamente disumana e anticristiana.
Riprendiamo, o ricominciamo, il cammino educativo. Aiutiamoci reciprocamente, famiglia, società e chiesa, a non perdere il passo con i nostri giovani, facendo loro quelle proposte alte di vita nuova che sole costituiscono l’unico vero antidoto all’egoismo dissennato che rende gli uomini schiavi di una mentalità consumistica e quindi violenta.
Sono vicino a tutti i nostri fratelli e sorelle della comunità di Pontelangorino; vorrei essere con loro nella manifestazione programmata per sabato ma, nell’eventualità che non possa essere presente, vi invito a leggere e a meditare questo messaggio che estendo a tutta la mia amata Arcidiocesi, perché ciò che è accaduto riguarda tutta la Diocesi, ed è una ferita inferta al suo cuore. Per questo la invito a non perdere la coscienza della sua identità e della sua responsabilità educativa.
Dolorosamente, come non mi è mai accaduto prima, vi impartisco di cuore la mia benedizione, chiedendo - soprattutto alla Madonna delle Grazie - che trasformi la disperazione in un dolore utile per il bene di tutta la comunità ecclesiale e civile.
+ Luigi Negri
Arcivescovo di Ferrara-Comacchio e Abate di Pomposa


mercoledì 4 gennaio 2017

TECNICHE e/o Strategie Airear

Cari amici e care amiche...

eccoci qua ritrovati a dare il benvenuto a un nuovo anno...

FELICE 2017 ....  ! ! ! ! speriamo carico di ogni bontà e risposta alle attese più profonde dei ns. cuori...

Oggi ho da proporre alla Vs. attenzione una nuova tecnica o strategia (o forse vecchia... ma per me nuova perché l'ho scoperta in questi ultime settimane) per rimettere in ordine la lana usata.

Mi è capitato di aver iniziato quella che doveva essere una sciarpa ma poi è risultata troppo compatta... lavorata con uncinetto tunisino 6 quando la fascetta del gomitolo raccomandava gli aghi 9 (Drops Andes) .... ero arrivata al 4° gomitolo  e ho scoperto che qualcosa non andava bene... mi sarebbe servito un 5°  gomitolo per ottenere una lunghezza giusta... a quel punto (meglio tardi che mai) ho realizzato che non si può andare in giro con mezzo chilo di lana appeso al collo e per di più tessuta fitta fitta...



come vedete l'aspetto era meraviglioso... ma sarebbe stato giusto per un tappetto... non per la mia sciarpa..... quindi DOVEVO DISFARE


Quindi ho disfatto il lavoro a uncinetto rimettendo il filato teso tra due pomelli delle sedie in cucina per poi appenderlo e attendere 3/4 settimane nelle quali il suo stesso peso e l'umidità / secchezza ambiente lavorassero e l'aria entrasse tra le fibre permettendo loro di distendersi... per in fine arrotolarlo nei soliti gomitoli....


Nella seconda foto sopra, quindi,  vediamo come sono rimasti i miei gomitoli AIREADOS...  cioè avendo preso aria... li vedete nel angolo superiore ... quelli più a destra sono stati sottoposti al processo che possiamo chiamare "AIREAR"... quelli a fianco sono i gomitoli originali come ce li troviamo con la lana nuova... vedete la differenza di misura? ? ? ?  i gomitoli rigenerati sono molto più grandi perché hanno intrappolato tanta aria dentro....


In questa terza foto un momento del procedimento ::::   quando  la lana rimane appesa


e in fine un bel gomitolo AIREADO

ciao ciao....   grazie perché mi avete dato il pretesto per aprire il blog e aggiungere qualcosa....  perché so che ci siete...   il che mi fa da spunto per non lasciarmi travolgere dalla pigrizia ne dal senso di dare le cose per scontate...