BLOG casalingo -non commerciale- di LAVORI MANUALI

Per avere uno spazio dove condividere immagini e discorsi di lana, cotone, colori e quant'altro capiti a portata di mano per creare oggetti unici, speciali e irripetibili come lo siamo ciascuno di noi. Spero che scorrendo i post Si /Ti diverta e Le/Ti venga voglia di fare con le Sue/Tue mani... qualcosa di bello per un domani, perché no? aprire un blog tutto Suo/ Tuo... mi raccomando vorrei saperlo per visitarlo non appena possibile... per questo e per qualsiasi altra questione, domanda o inquietudine mio recapito è edicola.vezzosi@gmail.com Buona navigazione e Buon Divertimento ! ! !

BLOG casalingo -non commerciale- di LAVORI MANUALI


venerdì 30 gennaio 2015

AVVISO Invito a rendere testimonianza

Cari amici e care amiche del blog.... oggi non son riuscita a organizzarmi meglio tra una quantità di foto che sto scattando nel tempo per farVele vedere e gli impegni della vita personale e lavorativa quindi non ho un post di lana o cotone per farVi svagare, tuttavia mi sono ricordata   di una cosa che ho notato in questi ultimi tempi parlando con le persone che il Buon Dio permette ci si incontri.

Ho notato che serpeggia un grande sentimento di disfatta e delusione e altri compagni negativi e mi sono accorta che ci vuole ora più che mai unire le forze e farci sentire, certo le nostre esperienze con aghi, gomitoli, colori, ingredienti culinari e tutto ciò che facciamo con le mani sono una piccola minuscola fettina di realtà però sono quelle che fanno la differenza.

Ho notato che manca la fiducia nel futuro, la tentazione di lasciarsi sopraffare dal negativo e dalla sfiducia è grande e il mondo fa di tutto per assalire i ns. cuori e riempirli di tristezza quando invece siamo stati fatti per la felicità....  per cui nessun limite alle possibilità, qualsiasi sia la Vs. esperienza di cose fatte con le mani fateVi sentire per scambiarci 2 o 3 domande e risposte e condividerle con la rete, se siete timidi o timide e l'idea di vedere Vs. nome in un luogo pubblico Vi spaventa ricordateVi che la cosa importante è L'ESPERIENZA, la TESTIMONIANZA, possiamo sempre usare un nome di fantasia, Maria - Giuseppe - Claudia - Valeria - Alessandra, ecc. ecc.;  Non importa se il piccolo manufatto è stato eseguito molti anni fa, se è rimasto nella propria memoria l'eco del bene è necessario condividere questo tesoro....  se avete -per esempio- passato un bel pomeriggio con qualche persona cara sorseggiando un tè e mangiando qualche biscottino fatto con le Vs. proprie mani questo è il momento giusto per farcelo sapere... tante gocce di positività laveranno via le ferite di cui il contesto attuale è pieno zeppo.

Abbiamo il dovere civico e morale di spargere il profumo della bontà, bellezza e verità che ha toccato ns. vite attraverso le cose piccole... anche piccole piccole come un fiorellino silvestre.

C'è una valanga di notizie cattive che giorno dopo giorno inizia a proporsi alla ns. attenzione, certo -per carità- quando qualcosa succede e si viene a sapere è nel meccanismo misterioso della realtà giusto e opportuno che tutti ne veniamo a conoscenza.... ( è saggio renderci consapevoli del rischio di mali per noi e per i ns. cari per starli alla larga e prendere le dovute precauzioni!) ma non occorre mai dimenticare che per ogni vittima  che perde la vita o soffre un'ingiustizia inenarrabile ci sono decine di centinaia di altre persone che vivono nel loro piccolo sforzo quotidiano per rendere questo mondo un posto migliore la materialità della propria esistenza spesa per un bene, questo mi è venuto in mente ieri sera che ero nella Stazione di treni nel mio piccolo paesino prealpino e aspettavo mia figlia che tornasse dal Ns. capoluogo di Regione dove studia e mi sono accorta di quante persone erano scese dal treno in quel momento lì, a quel ora lì quando anche mia figlia scese dal treno dopo una giornata di fatica.   Fu allora che mi ricordai di Lidia Macchi, la studentessa di giurisprudenza   trovata morta il 7 gennaio 1987 e l'ho pregata di intercedere per miei figli, per mia figlia, studentessa pure lei, e ora già che ci siamo le chiedo di metter su una buona parola pure per tutte le figlie e i figli di questa terra benedetta. ((( L'eterno riposo dona a lei o Signore, splenda a ella la luce perpetua, riposi in pace. Amen)))

http://www.ilgiorno.it/varese/cronaca/2014/01/05/1005314-omicidio-lidia-macchi-dna.shtml

Non aggiungo altro, chi ha orecchi per intendere, intenda.


sabato 24 gennaio 2015

SCAMBI Unc Tunisino - Scheda astuccio - Fascicolo Uncinetto

Ciao ciao.... questo post è fatto per offrirVi qualcosa in cambio di qualcos'altro.

Desidererei scambiare questi oggetti per gomitoli di lana o cotone oppure per matassine di  mouliné 6 capi, perlé o qualsiasi altra cosa che abbiate in sovrabbondanza e non V'interesse più conservare.   Se foste interessati a qualche proposta scrivetemi al indirizzo e-mail di contatto (edicola.vezzosi@gmail.com) con la descrizione dei particolari del Vs. bene e così poi ci mettiamo d'accordo per trovare una equipollenza per rimanere contenti / contente

Prima proposta:  AGO per UNCINETTO TUNISINO n° 5 - nuovo - marchio Pony - 30 cm. lunghezza - in ordine dentro la propria custodia.



Seconda proposta: SCHEDA con istruzioni per fare a maglia un ASTUCCIO (2 fogli)


Terza proposta: FASCICOLO n° 2 della collezione Uncinetto Fashion (soltanto il fascicolo senza la lana)



Questo è tutto per oggi....

Per la cronaca oggi miracolosamente mi è venuta un po' d'ispirazione e ho ripreso a cucire i quadrati della coperta 2 (quella bianco / panna)... è tra le mie priorità ma l'unione dei quadrati è noiosa che dire noiosa non rende l'idea.... comunque sono molto contenta perché è uno dei "must do" che avevamo concordato con mia cara amica che dovevo far fuori per prima....   Ho scattato un paio di foto ma non bastano per giustificare un post tutto loro, Ve le farò vedere quando ne avrò una quantità e arrivi il momento di poter imbastire un post dedicato alla coperta (o al avanzamento dei lavori della coperta)....  ciao ciao....

Vi saluto nella speranza che questa sbirciatina al mondo e ai discorsi dei lavori manuali Vi abbia regalato una boccata d'ossigeno di bellezza e letizia....  evviva la lana e gli aghi e tutto quanto ne consegue ! ! ! ! ! ! !  ! ! ! ! ! ! !

venerdì 16 gennaio 2015

MAGLIA Cappello e Sciarpa della Mamma - i miei tesori

Oggi ho il piacere di farVi vedere i miei tesori.    Manca uno, un cappello fatto con la stessa lana verde variegata della sciarpa perché non so dove l'ho messo, ma non appena lo recuperi lo metterò qua giù per completare il post.

Mia mamma Rosa Emilia Kitty Oviedo de Cruzat non c'è più e l'unica cosa che mi è rimasta di lei sono questa sciarpa e i due cappellini, oltre un dizionario con dentro una preziosa mappa della Repubblica Argentina ricalcata al 95%.   Mi manca tanto mia mamma e quando ho una giornata in cui mi sento un po' più debole del solito ed è inverno indosso questa sciarpa e questo cappello per sentirmi addosso il suo abbraccio, le sue mani che hanno preparato questo per me.

Pizzica un po' questa lana ma a me non importa, per me è soavissima perché è la lana che mia mamma Kitty ha scelto per me.   Costituiscono un vero e proprio CAPOLAVORO perché lei non riusciva mai a lavorare a maglia, era portata per l'uncinetto, questo è l'unico lavoro a me conosciuto fatto a maglia dalle sue mani.

Basta parole, altrimenti mi commuovo! . . . . .





venerdì 9 gennaio 2015

RICETTE: Linguine al sugo con salsicce

In questo post che ha per titolo "ricette" desidero farVi partecipe di tutti i ragionamenti che mi giravano in cuore e in mente mentre cucinavo questo piatto.

Già da parecchio tempo avevo l'intenzione di iniziare la serie di post dei luoghi del cuore, dei negozi del cuore e non sapevo come fare, non so tutt'ora come fare per rimanere indipendente, nel senso che lo sono già perché non sono d'accordo con alcun negoziante ne portatore di interesse per fare pubblicità, questo blog non è sponsorizzato da nessuno, è assolutamente casalingo e si propone di trovare il piacere nel portare avanti discorsi di lana, cotone e quant'altro ci capiti tra le mani per fare uscire qualcosa con amore e fantasia.

Contemporaneamente mi accorgevo che la questione dell'INDIPENDENZA nel mio caso è una balla megagalattica perché non ho mai conosciuto una persona più DIPENDENTE di me...

--- dipendo al Padre Eterno che mi da la vita e mi fa aprire gli occhi ogni mattina;

e, specificamente per i lavori manuali : : : : : :

--- dipendo dall'edicola dove trovo le riviste con gli schemi e i modelli;
--- dipendo dagli editori che   pubblicano le rispettive riviste
--- dipendo dai negozi fisici e dai negozi on line che mi fanno trovare la lana, il cotone, gli aghi e tutto quanto;
--- dipendo dalla mia famiglia tutte le volte che mi aiuta con i mestieri di casa così io posso ritagliarmi dei momenti per questa passione;
--- dipendo dalla conservazione del mio posto di lavoro per poter permettermi di comprare la lana, il cotone e il resto dei materiali;
--- dipendo da tutte le amiche e gli amici che mi fanno forza e coraggio per continuare a coltivare queste attività manuali talmente affascinanti che non trovo parole per esprimere;
--- dipendo ... dipendo... dipendo....

Ma non lo so perché, magari per qualche gratuità, per qualche gioia segreta e semplice, magari perché ogni volta che vado in qualche posto e mi trattano bene e trovo lana e materiali interessanti mi sento di aver trovato un tesoro e sono così contenta che lo voglio dire al resto del mondo e renderlo così "pubblico".... magari per il puro piacere di condividere qualche esperienza spero possiate vedere nel tempo altre foto di altri negozi del cuore....

Mentre ragionavo queste cose ho iniziato a preparare la cena.

Se volete provare a fare le LINGUINE AL SUGO CON SALSICCE che si vedono nelle foto la prima cosa è tritare 2 cipolle medie / grosse e un peperone e mezzo (in questo caso era giallo)


e metterle in una capiente padella o tegame insieme alle salsicce tagliate a tocchetti, queste che ho usato erano di tipo "verzini".

Contemporaneamente ho messo a riscaldare in un pentolino piccolissimo un dito di acqua con dentro un cubetto di dado vegetale per scioglierlo ed evitare così che capitassero in qualche boccone dei pezzetti non totalmente sciolti....   (in passato è capitato il disguido di non aver rimescolato ben bene il tutto... così ora ho optato per la dissoluzione in acqua)


Poi quando le verdure e i pezzi di salsiccia sono già quasi cotti ho versato sopra il contenuto di una scatola di polpa di pomodoro del mio marchio preferito  (ma non ve lo dico perché possiate così farlo -se vi piacerà- con il Vs. marchio del cuore)....


...naturalmente il tutto va rimescolato... e poi nel frattempo che cuoce si può aiutare il dado a sciogliersi con un cucchiaio di legno....


....e in qualche momento mentre il sugo va avanti con la cottura si pesano le linguine e si tengono da parte pronte per il momento dell'acqua bollente....


..... e quando l'acqua bolle si buttano dentro insieme a un cucchiaino di sale grosso....


... ecco una sorpresa per voi... ho provato a fare dei filmini... vediamo se si caricano bene e si vedono bene....


video


video


e..... dopo tante fatiche... il piatto pronto.... già condito con il formaggio grattugiato.... BUON APPETITO e a ritrovarci nel prossimo post ! ! ! ! !  :)


FORNITORI Negozio del cuore ... a Gallarate

Bentrovati!  Oggi ho pensato a una serie di  post diversi

Mi piacerebbe iniziare a scattare delle foto dei luoghi dove trovo tante belle cose come lana, cotone, aghi e quant'altro e condividerle con Voi, .....

Aime... non desidero fare pubblicità a nessuno, nel senso che non sono stata pagata per farlo, semplicemente è la testimonianza di esperienze positive in giro per il territorio senza nulla togliere ai vostri negozi del cuore che, perché no? mi piacerebbe mi segnalaste per conoscerli e visitarli, magari pure con una foto, così potremmo fare la collezione dei negozi del cuore di tutti noi.

Questa foto è stata scattata un giorno di dicembre 2014.

A onor del vero me l'ha fatto conoscere Sara, ns. amica del blog ilgomitolofatato.blogspot.it e mi sono sentita trattata bene e lì ho trovato la lana Mondial che sto usando per fare il Cardigan Stola che non appena finito spero di metterlo qua dentro un post.


venerdì 2 gennaio 2015

STRUMENTI Segna Maglia Fai da Te

Benvenuto nuovo 2015 e bentrovato / bentrovata da queste parti! ! ! !  In questi giorni di festa ho avuto un po' di tempo da dedicare al mio passatempo favorito... (((in quest'ultimo periodo la maglia.... )))   Vi racconto che l'esecuzione del Cardigan Stola prosegue a tutto gas, Vi avevo già parlato nel post precedente... ho già scattato 7 foto e spero presto poterVele mostrare in un post tutto ad esso dedicato.

Oggi volevo farVi vedere un lavoretto molto facile e che mi ha dato tante soddisfazioni per la semplicità e perché mi ha consentito di utilizzare  pochi centimetri di lana avanzata che non bastano nemmeno per una greca e normalmente si buttano via.

Ma prima la premessa:::::    I regali di Gesù Bambino quest'anno sono stati in tema con la passione per la lana  che sembra travolgente...   sono arrivati i ferri circolari belli grossi e siccome avevo visto in un video di Cat Bordhi su YouTube come si faceva la maglia Moebius (una tecnica particolare che si lavora in un ferro infinito) avevo notato che per contare i ferri nel ferro circolare, anche per la lavorazione circolare tradizionale,  ci vuole il SEGNA MAGLIA ma con questi nuovi ferri così grossi i segna maglia normali che avevo in casa erano troppo piccoli, avevano il diametro per inserire i ferri troppo piccoli quindi guardando il video mi è venuto in mente di farli "da me"...

.... ecco il link del video nel caso foste curiosi anche Voi di scoprire la maglia Moebius... ma, mi viene il dubbio.... non Ve l'avevo già segnalato ? ? ? ? se così fosse sappiate perdonare mia memoria ballerina....

https://www.youtube.com/watch?v=LVnTda7F2V4

se non si può cliccare direttamente basta inserire le parole nel motore di ricerca "You Tube Cat Bordhi Intro to Moebius knitting"....

Ed ecco i Segna Maglia che ho fabbricato nel miglior stile "Fai da te"....

Nella prima foto vediamo i materiali usati: avanzi di lana di tagliati a 20 - 25 cm. circa, 3 per ogni segnamaglia, 1 anellino di quelli tipici per fare i portachiavi piccoli e un filo corto di 10 cm. della stessa  lana : : :


(Gli anelli tipo portachiavi piccoli si trovano da qualsiasi negozio di ferramenta) poi, originalmente avevo pensato di chiudere gli intrecci che vedrete fra qualche foto con delle striscette plastiche ma   ho pensato che questo metodo non andava bene perché nel tagliare il cavetto sporgente sarebbero rimasti degli angoli appuntiti che avrebbero potuto agganciare il filato del lavoro in corso quindi li ho scartato optando per la chiusura con 10 centimetri della stessa lana - avanzo.

Nella seconda foto vedete i tre fili fatti passare dentro l'anellino e posizionato quest'ultimo nella precisa metà dei fili:



Nella terza foto vedete come ho affrancato i fili con un nodo semplice:


... a questo punto ho diviso i 6 fili risultanti per 3 e ho iniziato a fare una normalissima treccia come si vede nella foto numero quattro:


Nella quinta foto invece vedete la treccina finita e come ho posizionato un pezzetto di filo dietro di essa per legarla : 



Nella sesta foto vediamo invece come tagliare le punte per lasciare i fili a lunghezza uguale:


Nella settima e ultima foto vediamo il risultato finale (che purtroppo la foto non rende perché nel segna maglia di destra si è "intrufolato" un filo estraneo al lavoro finito ! ! ! ! ) ho fatto ben 2 Segna Maglia.... e mi sono stupita dalla semplicità...


Questo è tutto per ora....   grazie per aver visitato il blog....  alla prossima !!!