BLOG casalingo -non commerciale- di LAVORI MANUALI

Per avere uno spazio dove condividere immagini e discorsi di lana, cotone, colori e quant'altro capiti a portata di mano per creare oggetti unici, speciali e irripetibili come lo siamo ciascuno di noi. Spero che scorrendo i post Si /Ti diverta e Le/Ti venga voglia di fare con le Sue/Tue mani... qualcosa di bello per un domani, perché no? aprire un blog tutto Suo/ Tuo... mi raccomando vorrei saperlo per visitarlo non appena possibile... per questo e per qualsiasi altra questione, domanda o inquietudine mio recapito è edicola.vezzosi@gmail.com Buona navigazione e Buon Divertimento ! ! !

BLOG casalingo -non commerciale- di LAVORI MANUALI


lunedì 19 febbraio 2018

MAGLIA - Collo PATRIZIO (legaccio)

Carissimi amici e carissime amiche del blog, cari naviganti del web, egregi curiosi capitati e gentilissime curiose capitate da queste parti....

Spero, come sempre, in ogni bene per le vostre giornate e in ogni relax e riposo rigenerante per le vostre notti...  nel frattempo ecco 3 o 4 minuti per parlare di una tra le nostre passioni, la maglia;

In questi ultimi tempi ho avuto un exploit di micro lavori... mi sono data alla semplicità, oggi parliamo di una tecnica basica della maglia, "legaccio" in gergo significa due ferri lavorati con la semplicità estrema del diritto e del rovescio...  è l'inizio di quasi tutti i percorsi di avvicinamento alla maglia...

La foto è povera, il colore è blu scuro, spero che arrivi la bella stagione e magari un giorno di sole per fotografare il collo indossato...  più che altro perché la textura è molto ma molto bella ... 

((( ok, lasciatemi passare questa parola, "textura", che il traduttore google da come "consistenza" in italiano, ma non è la stessa cosa, come vedete sotto nei link dei due prestigiosi punti di riferimento linguistico originali;

io ho usato la parola nel senso  1 come nel dizionario della RAE...   (disposizione e ordine dei fili in un tessuto)

http://dle.rae.es/srv/search?m=30&w=textura


http://www.treccani.it/vocabolario/consistenza/

)))



PATRIZIO è stato lavorato con Drops Eskimo (lana 100%) e ferri circolari con punte 8 io ho usato quelli di 40 cm. ma sicuramente se usavo i 60 cm. la lavorazione era più confortevole.

Dopo l'utilizzo e diversi successivi lavaggi Vi potrò raccontare se la tensione era giusta oppure se per il mio futuro PATRIZIO vorrò scegliere le punte n. 9 o 10.

Come vedete mi porto appresso l'abitudine di dare nomi ai capi....  misteri della creatività ! !  !

Nella seconda foto vedete il campioncino, fatto con altro filato dello stesso titolo ma di altro produttore, Filtoppa (100% sintetico), acquistato in edicola

Un saluto carissimo e grazie per avermi e averci tenuto compagnia in questi istanti, buon proseguimento di navigazione, di vita e tante cose buone.....   VIVA LA LANA ! ! ! ! 




Nota bene; non ho riportato i link per velleità esibizionistiche ma perché il metodo di ricerca dei significati, la caccia ai corrispettivi migliori, già parte del mio lavoro di traduttrice, è diventata parte della mia vita, è un'abitudine... dalla serie che: se si sta in un luogo, pur per diletto, non si può fare a meno di rimanerci come siamo nel resto della nostra vita... è così... come a chi capita di aver alle spalle un percorso nel mondo della componentistica meccanica o come operaio delle materie plastiche o qualsiasi mestiere la vita ci abbia donato di poter sviluppare... a forza di insistere e di rimanere attaccanti alla vocazione si finisce per diventare più competenti, è un discorso matematico.   Io non posso sostituirmi ai Vs. occhi nel guardare i post, posso semplicemente e con la massima umiltà cercare di metterli qua il più "leggibili" possibile...   grazie per la pazienza!

sabato 17 febbraio 2018

MAGLIA - Collo Tita più due "piccola me"

Carissime amiche e carissimi amici del blog, curiosi e naviganti eventuali della rete, oggi posso finalmente farVi vedere un collo fatto per un'amica e.

Ultimamente vanno di moda i capi "piccolo me" e  "piccola me", questa volta, e per tenere lontana qualsiasi tentazione di sfumatura del concetto di clonazione, che mi sembra poco sano, ho fatto delle variazioni nei due piccoli capi.

I colli sono stati lavorati con circa 300 gr. di Drops Eskimo, pochi metri di Filtoppa tipo stoppino uscito in edicola qualche anno fa e ferri n. 8.

Non Vi nascondo che l'esecuzione mi ha regalato grandi soddisfazioni.

Ecco le foto

e qua, un particolare dell'etichettina ricamata a Punto Scritto


Ciao ciao ! ! 

giovedì 15 febbraio 2018

MAGLIA - Coordinato Jerónima (Mamma e bimba)

Carissime amiche e carissimi amici del blog,  oggi ho da mostrarVi un coordinato finalmente consegnato a un'amica...

E' da un po' di tempo che mi sta venendo in mente di chiamare con nome i diversi modelli che mi si raffigurano nella mente prima di metterli sui ferri... Vi farò vedere, a Dio piacendo, in futuri post: "Severina" e "Adriano", "Cuore di Valentino", "Tomasito".... e altri ancora in fase di progettazione che, per il momento, non hanno un nome.

Oggi è il turno di Jerónima e si tratta di un collo per donna e un completino per bimba composto da collo e cappellino.

il concetto matematico per il quale ho scelto questo nome è quello di iniziare con un colore e finire con un altro intercalando righe sottilissime ( di un ferro ciascuna) di ogni colore...

Sono stati lavorati con ferri circolari e con DPN (ferri a doppia punta) e filati DK / worsted (mamma) e Aran / Worsted (bimba)

Spero in un futuro non troppo lontano poter preparare un post dedicato ai titoli dei filati, per chiarire bene il concetto di "DK", "worsted", "Aran" e altri:  per il momento, e in questo post specifico, considerate che li ho usati riferiti alla grossezza delle lane, per intenderci quella "DK worsted"  del collo della mamma è lavorabile con ferri n. 4 e quella "Aran worsted" del completino bambina è stata lavorata con ferri n. 5










lunedì 5 febbraio 2018

ELETTRONICA - Elementi messi insieme in Italia da mani italiane

Carissime amiche e carissimi amici del blog, simpatizzanti, curiosi e naviganti eventuali del web,

Oggi sono riuscita a fotografare un oggetto che non so come si chiama, in pratica nel quadratino centrale, sfilano dei puntini di luce che in sequenza mettono insieme l'augurio:  "Buon Anno" in italiano e in altre tre o quattro lingue europee  preceduto di una faccina sorridente.

E' un dono di un signore che desidera custodire l'anonimato e stare in santa pace senza partecipare alla parte pubblica del nostro blog e dei nostri momenti insieme.

Gli elementi costitutivi sono di provenienza europea e  asiatica  (non ho capito se pure del resto del mondo)

Trovo molto interessante quest'oggetto perché oltre al affetto nei nostri riguardi  (e qua "nostro" vuol dire: nei riguardi di José e mio direttamente ma poi ovviamente esteso a tutti i nostri cari e, specificamente, visto il posizionamento nel retro del computer del edicola, rivolto verso chi la visita) mi fa da spunto per una riflessione.


Che bello e quanto divertimento ci possiamo trovare a passare del tempo ad assemblare elementi fisici ed elettronici nei nostri momenti di relax...


....e che bello poterci dire ancora oggi, (che mentre Vi scrivo qua è il 5 febbraio), "Buon Anno"... trovo che le convenzioni sociali ci spingono a ridurre il momento di questo augurio ai primi giorni o le prime settimane di gennaio, tuttavia una vocina dentro di me dice che ogni momento è buono per augurarci ogni bene da questo istante fino alla fine del periodo che stiamo attraversando... il nostro desiderio di bene reciproco non possiamo incasellarlo in un'abitudine, soprattutto per ragionevolezza, non possiamo incasellarlo in una convenzione per quanto questa sia socialmente diffusa e affermata, non esiste istante nel quale io non possa desiderare ogni bene per la persona che la vita mi ha consentito di trovarmi davanti...

Che ne pensate?  

Quali soddisfazioni elettroniche avete vissuto negli ultimi tempi? 

Pensate che la fisica e l'elettronica siano appannaggio di pochi eletti?

Vi svelo un segreto riguardo l'ultima domanda:  non è così, la fisica e l'elettronica possono essere alla portata di molti, basta provarci, io stessa, dopo alcune settimane di esitazioni e dopo un po' di tempo nel quale ero riuscita a procurarmi la batteria di ricambio per il nostro simpatico nuovo oggetto, un'oretta fa sono riuscita a smontarlo e dopo aver smontato le viti esterne ho allentato i dadi interni e sono riuscita a inserire la pila nel verso giusto cioè positivo dove indicava positivo, dopo sono riuscita a richiudere il tutto con gesti speculari a quelli dell'apertura...  il che, visto che era la mia prima volta e visto il riguardo che mi suscitava l'operazione, mi ha lasciato molto soddisfatta...

Vi sembrerà banale, ma l'attenzione necessaria alla minuscola procedura di cambio di batteria non è da dare per scontata...

non è per nulla banale manipolare vite grosse sì e no 2 millimetri...

per quest'ultima avventura e per innumerevoli altre esperienze che per ovvie ragioni non posso elencarVi qua  Vi confesso che sento il cuore traboccante di gratitudine...

Viva la vita ! ! ! 


mercoledì 31 gennaio 2018

MAGLIA Copertina per prematuri (Shalimar Cuore di Maglia)

Ben trovati e ben trovate ! ! ! 

Oggi un piccolo capo la cui esecuzione mi ha donato tanta serenità e letizia.

E' una copertina per il gruppo di Cuore di Maglia cui partecipo, desideravo da tanto fare il post dedicato a Cuore di Maglia, e poi, sempre causa la fisiologica dedizione agli impegni e ai doveri i sogni per il blog rimangono in secondo piano.... comunque se nel frattempo foste curiosi di questa bellissima realtà potete sempre visitare il loro sito

https://cuoredimaglia.wordpress.com/category/schemi/

Gli schemi si possono anche trovare tramite le pagine di Ravelry, qua sotto il link di questo modello:

https://www.ravelry.com/patterns/library/shalimar-4

Buon proseguimento....  

....qua mentre Vi scrivo è arrivato l'ultimo giorno di gennaio 2018....


lunedì 22 gennaio 2018

MAGLIA colli Elisabetta

Carissime amiche e carissimi amici, simpatizzanti e curiosi del blog;

Oggi ho da trasmetterVi l'immensa allegria che mi ha suscitato la lavorazione di questi colli...

Nella loro semplicità le tecniche necessarie sono state: maglie a diritto, maglie a rovescio, aumenti e diminuzioni...

Gli strumenti:  

per la versione Isabella: filato Gioia Baby: 75 gr., ferri n. 3 , ago ferma maglie, uncinetto 3 (per nascondere le codine);

per la vesione Isabel: filato Drops Merino Extra Fine: 100 gr., ferri n. 4, ago ferma maglie, uncinetto 4 (per nascondere le codine).

Buon relax ! ! ! 






domenica 14 gennaio 2018

MAGLIA - Cappellino "Neve su Varese nel mio primo Santo Natale"

Allegria... Allegria... Allegria...  mentre scrivo per noi, qua è domenica... quindi Buona Domenica ! !  !  io non lo so quando leggerete, se mai leggerete.... ma nel caso considerate il saluto come valido per tutta la settimana che state vivendo dopo l'ultima Vs. domenica...

:)

Man mano che procede la prima metà del primo mese del anno ho da farVi vedere  un cappellino per bimbi o bimbe la cui esecuzione mi ha regalato tanta gioia e  relax  non so come mai ma la magia di dicembre e tutta la preparazione di doni ancora non mi abbandona...



a ritrovarci!